monument valley national park

Monument Valley. Come si presenta

Avete presente lo scenario naturale di “Ombre Rosse” e di numerosi altri film western?

Ecco, benvenuti nella Monument Valley! 

Il tipico paesaggio del selvaggio West, fatto di brulle buttes di arenaria e pinnacoli rocciosi che spuntano su una distesa infinita di sabbia rossa è proprio qui davanti ai nostri occhi.

La Monument Valley è il luogo dove ci si rende conto di quanto la nostra idea del West derivi proprio da qui.

Un paesaggio veramente mozzafiato che travolge non solo per la sua bellezza ma anche per la maestosa dimensione.

Un’immensa pianura di terra rossa si dispiega davanti ai nostri occhi, costellata da una moltitudine di colori e formazioni di arenaria dai nomi stravaganti, “Three Sisters”, “Thumb” etc… Il nome specifico di questi enormi comignoli di arenaria rossa che torreggiano da altezze incredibili (fino a 610 metri) è buttes. 

Lo scenario si scorge già dalla strada ancor prima di arrivare alla meta, tuttavia, inoltrarsi tra queste gigantesche buttes ed essere immersi in questo paesaggio rosso merita sicuramente!

L’alba e il tramonto sono i due momenti della giornata in cui la Monument dà il meglio di sè.

Il rosso diventa ancora più rosso e tutto attorno viene avvolto da un alone infuocato!  

Per motivi tempistici abbiamo dovuto fare una scelta ed abbiamo optato per il tramonto. Se però avete la possibilità di godervi entrambi gli spettacoli, non siate avari!

monument valley national park

Come si visita la Monument Valley

Essendo in territorio Navajo, la Monument Valley e tutte le attività ad essa connesse sono gestite dagli indiani Navajo. Non rientra dunque nella tessera annuale dei parchi e quindi occorre pagare 20 dollari per veicolo per entrare.

La strada che porta alla Monument Valley Navajo Tribal Park termina in un grande parcheggio. Appena arrivati, tutti si precipitano al muretto che circonda la parte sopraelevata del parcheggio per un primo assaggio decisamente scenografico, il classico skyline da film delle più celebri buttes della valle!

Quelle più alte, che si vedono da qui, sono le due note come The mittens (Le Manopole) ovvero the Left e the Right alte circa 300 metri!

La vicina Merrick Butte completa il trio.

Per inoltrarvi nella Monument Valley avete due opzioni: avvalervi di uno dei tanti tour in fuoristrada organizzati dagli indiani (durata e prezzi variabili) oppure girarvela autonomamente.

A ovest del parcheggio parte una strada non asfaltata che attraversa la Monument Valley

Un circuito di 20 km, terreno sterrato e pieno di buche ma, con un suv e procedendo pian piano, si fa tranquillamente. Risparmiate un bel po' di soldi e non avete limiti di tempo per le foto o semplicemente per ammirare le buttes da vicino.

In alcuni punti particolarmente panoramici è consentito fermarsi per fare due passi, scattare foto e curiosare tra le bancarelle dei Navajo che vendono  gioielli, segnalibri, portachiavi… realizzati con la pietra turchese.

monument valley national park geronimo flag

La Monument Valley e la sua fortuna cinematografica

Per ambientare i western, i registi corrono qui a frotte dagli albori di Hollywood. Ma come e quando è nato il connubio Monument Valley e film western?

Nel 1937 Harry Goulding, proprietario del Goulding’s Lodge, venne a sapere che i produttori di Hollywood stavano pensando di girare film western nel Sudovest. All’epoca, le bellezze delle Monument Valley erano ancora ampiamente sconosciute. Goulding partì quindi per la California con una scelta di fotografie. Nemmeno un anno dopo John Ford aveva portato una troupe nello sperduto avamposto di Goulding e stava girando “Ombre Rosse”.

monument valley national park film

Monument Valley: come si è formata?

Nonostante il nome, la Monument Valley non è una vera e propria vallata. Non ci sono infatti nè un corso d’acqua permanente nè territori più alti circostanti.

E’ difficile immaginarlo ma, un tempo, l’intera regione era un territorio completamente pianeggiante di origine fluviale che nascondeva le cime di quelli che oggi sono i monumenti più alti! 

Negli ultimi 10 milioni di anni il sollevamento della Monument - parte del sollevamento generale dell’altopiano del Colorado - ha spinto verso l’alto la pianura che, gonfiandosi, ha creato delle spaccature; con il tempo, l’erosione, ha poi lasciato solo protuberanze isolate di roccia più dura.

monument valley road

Dove alloggiare: Kayenta

Kayenta non è una città storica. Nata negli anni ‘50 come dormitorio per gli operai delle miniere di uranio è poi diventata la base per i turisti diretti alla Monument Valley che dista solo una trentina di km. La cittadina quindi non offre assolutamente nulla, se non qualche motel, un supermercato e qualche locale per mangiare qualcosa di veloce. Noi abbiamo soggiornato al Wetherill Inn: camere ampie e pulite, piscina coperta e buona colazione.

Sarà anche un paesaggio visto e rivisto, noto e stranoto ma possiamo assicurarvi che, vederlo dal vivo, è un'emozione incredibile!!!

Non lo pensate anche voi?

 

monument valley national park tramonto